domenica 8 ottobre 2017

PISANTONELLI O TUNNINA CON LA CIPUDDATA (Mimmo Mazzei)

Nella pagina Cucina Povera Regionale la ricetta "Pisantonelli o Tunnina con la cipuddata" di Mimmo Mazzei,
ricetta tradizionale siciliana di pesce.

Foto di Mimmo Mazzei


Questo piatto è la dimostrazione di come un insieme di cose pesanti, in perfetto equilibrio tra loro, possano diventare leggere.
I pisantonelli sono dei pesci azzurri, molto simili a dei piccoli tonni, ma non sono piccoli perchè neonati, non diventano enormi come i tonni, dunque mangiarli delle dimensioni della foto è legalmente e moralmente corretto.
La "tunnina", in alternativa, sono tocchi di tonno.
 
Pulite i pesci, infarinateli bene (mettete in una scodella la farina, poi i pesci puliti e scuotete e fateli ballare per un pò); friggeteli in abbondante e ben caldo olio, anche di semi.
Cotti, sgocciotaleli e sciugateli su carta.
Buttate l'olio di frittura, lavate la padella, friggete in buon olio di oliva (circa una tazzina da caffè) una grossa cipolla di tropea affettata per lungo (per circa 750gr. di pesce).
Attenzione: la cipolla va soffritta a fuoco moderato e con la padella coperta. La cipolla non deve dorare, nè tantomeno bruciacchiare, solo cuocere e ammosciare.
Quando la cipolla è cotta, levare il coperchio e versare un mezzo bicchiere scarso di ottimo aceto rosso e sfumare a fuoco più vivace.
Disporre i pesci fritti sul piatto da portata, cospargerli e inframezzarli con foglie di menta fresca.
Versare sopra l'intero contenuto della padella con la cipolla e servire.
 
Si conservano bene anche per il giorno dopo, in frigo.
Non fate caso a ... è fritto, c'è anche la cipolla ...
Mangiatelo e poi raccontatemi la leggerezza di questa delizia.

Mimmo Mazzei

domenica 1 ottobre 2017

ALLA SCOPERTA DEI CEREALI ALLEGRI CON GLUTI E ISA GULP

Con molto piacere ho accolto l'invito della dr.ssa Giusi Esposito, editore della casa editrice 13 Lab, per recensire due libri della dr.ssa Isabella Vendrame psicologa, attrice ed autrice:
  1. Io e il mio amico GLUTINE Viaggio alla scoperta dei cereali allegri
  2. Favole senza GLUTINE Colorare Scoprire Mangiare Divertirsi
Incuriosita e visto il mio forte interesse a temi quali la Prevenzione Primaria, il Benessere e l'Educazione Alimentare ho desiderato approfondire come questi libri/favole possano avere un valore terapeutico aiutando i bambini e gli adulti a superare ostacoli e difficoltà quotidiane.
Al rientro dalle ferie dopo aver letto e sfogliato con curiosità le pagine coloratissime di entrambi i libri, una mattina di settembre, ho incontrato a Roma Isabella Vendrame al fine di discutere con lei sul valore educativo e/o terapeutico dei suoi libri e come questi siano in grado di spiegare ai bambini, in modo semplice, fantasioso e divertente, la Celiachia.

Isabella Vendrame e Tiziana La Rocca - Foto di Tiziana la Rocca
 Prima di parlare nello specifico dei libri spiego in modo semplice e chiaro cosa è la Celiachia e la Gluten Sensitivity.
Negli ultimi anni è evidente un aumento dell'incidenza della Celiachia e della Gluten Sensitivity a causa della raffinazione delle farine e alla presenza di concentrazioni di GLUTINE (frazione proteica di alcuni cereali quali frumento, orzo, farro, avena, kamut, segale, spelta e triticale).
La Celiachia, patologia autoimmune, è una infiammazione cronica dell'intestino tenue scatenata dall'ingestione di Glutine nei soggetti geneticamente predisposti, un'enteropatia permanente caratterizzata da manifestazioni di malassorbimento con sintomatologie come l'astenia, la diarrea, la demineralizzazione, l'anemia macrocitica, la tetania ipocalcemica, la distrofia della mucosa orale.
La Celiachia presenta molteplici forme cliniche: tipica, atipica e silente.
Il protocollo per la diagnosi ed il follow up si effettuano in: Centri Diagnostici per la Celiachia mediante dosaggi sierologici: AGA IgA, EMA IgA e anticorpi anti - trans glutaminasi IgA, test genetico, biopsia intestinale (in età adulta) e monitoraggio della malattia.
La Celiachia può colpire qualsiasi fascia di età, viene considerata tipica dell'infanzia ma eventi stressanti possono scatenare l'insorgenza della malattia anche in età adulta.
L'unica terapia disponibile per la Celiachia è la dieta senza Glutine (Gluten Free). L'esclusione dalla dieta di alimenti comuni quali pasta, pane, biscotti, pizza e l'eliminazione dai piatti di tracce di farina determinano un notevole impegno da parte delle famiglie e della collettività; oggi le industrie alimentari mettono in commercio alimenti Gluten Free permettendo ai celiaci di assumere pane, pasta, biscotti, dolci, etc. con farine che sostituiscono la farina di grano.
La Gluten Sensitivity è una sensibilità al Glutine senza essere affetti dalla malattia celiaca, caratterizzata da sintomatologia intestinale ed extraintestinale, la terapia disponibile è la dieta senza Glutine (Gluten Free).
La dieta Gluten Free deve essere varia con alimenti naturalmente privi di glutine come il mais (granoturco), il riso, il grano saraceno, il miglio, la quinoa, l'amaranto, il teff, la frutta di stagione, la verdura di stagione, i legumi, il latte ed i derivati, le uova, la carne ed il pesce; bisogna comunque prestare molta attenzione nel leggere le etichette alimentari e nutrizionali dei prodotti da preparare nei pasti in casa e nel scegliere locali, quando si mangia fuori casa, attenti alle esigenze dei celiaci.

Mascotte del blog Dr.ssa Tiziana La Rocca - Foto di Tiziana La Rocca
Nel libro "Io e il mio amico Glutine Viaggio alla scoperta dei cereali allegri" la protagonista, una simpatica proteina la spighetta Gluti, racconta della sua vita nel mondo delle proteine accanto ai cereali tristi: il frumento, l'orzo, il farro e il kamut.
I cereali sono tristi perché da soli, senza l'aiuto di Gluti, non riescono a dare morbidezza e croccantezza ai loro impasti.
Gluti si rende conto che molti bimbi ed adulti stanno male a causa sua ma fortunatamente incontra i cereali allegri che non hanno bisogno di Gluti per gli impasti e quindi mentre i cereali allegri sfornano biscottini, muffin, torte, pizze,……, Gluti si riposa e si diverte consigliando nuove ricette fantasiose e gustose per i bambini.
Nel libro "Favole senza Glutine Colorare Scoprire Mangiare Divertirsi" la protagonista Gluti racconta come realizzare nuove ricette da leccarsi i baffi tra cui il Gelato Gluti, come organizzare un viaggio estivo coinvolgendo i bambini con allegria, quindi un libro estivo, fresco e fantasioso con disegni da colorare, giochi e consigli.
Entrambi i libri sono scritti dalla penna magica della sensibile Isabella Vendrame "ISA GULP" e nascono proprio dalla sua esperienza personale di intolleranza alimentare.
Un breve testo tratto dal libro "Io e il mio amico Glutine Viaggio alla scoperta dei cereali allegri".

"Io sono davvero orgoglioso di avere amici come voi.
Sono orgoglioso del fatto che siete così sensibili, che siete così speciali.
Poi sono allegro e contento perché so che siete allegri e contenti anche voi.
Perché mangiando i cereali allegri vi sentite bene.
E ora che siete venuti in viaggio con me, avete scoperto che con i cereali allegri si possono preparare tante appetitose ed allegre ricette o acquistare prodotti davvero golosi realizzati con le loro farine.
Da mangiare sempre, in ogni occasione, anche le più speciali.
Che dire, se prima o poi incontrerete dei bambini che non capiranno perché mangiate i cereali allegri e non quelli tristi, come invece fanno loro, raccontate della nostra amicizia."

Isabella Vendrame - FOTO di Tiziana La Rocca
Una corretta Nutrizione ed una Educazione Alimentare, specifiche per il Celiaco, sono di fondamentale importanza.
Concordo con Isabella Vendrame sul valido ausilio fornito dai libri, favole, racconti, eventi e laboratori volti a sensibilizzare ed informare bambini ed adulti sulla patologia e sull'importanza di una dieta Gluten Free per i celiaci.
Tutte iniziative atte ad insegnare a coloro che soffrono di questa patologia che il Gluten Free per loro è una necessità.
Queste iniziative per i bambini traguardano il raggiungimento dell'obiettivo facendo leva sulla loro naturale curiosità che li spinge a scrutare situazioni nuove, perché rientra nel loro desiderio di conoscenza e di sperimentazione mediante i sensi.
Mentre per gli adulti rappresentano dei momenti per apprendere in modo proattivo informazioni sull'argomento e quindi metterle in pratica con consapevolezza mangiando cibi diversi, assaggiando cibi nuovi, evitando la monotonia a tavola e rendendo le pause pasto dei piacevoli momenti di convivialità.
Rispettare una dieta rigorosamente Gluten Free non è così difficile ma sicuramente ha bisogno di un impegno sia delle famiglie che della collettività per le evidenti problematiche pratiche e psicologiche che ne derivano, per cui è molto importante sensibilizzare le famiglie, i responsabili delle mense scolastiche e quelle aziendali, gli insegnanti ed il personale scolastico al fine di creare una Consapevolezza ed una Educazione Alimentare a cui molte persone non sono abituate.
Ritengo pertanto che anche grazie ad una lettura divertente e fantasiosa si può scoprire come il cibo possa essere magico e questi libri ne sono una gradevole e originale dimostrazione.

 Dr.ssa Tiziana La Rocca

sabato 23 settembre 2017

Evento Le Rosa di Roma e Latina - Il progetto

Carissime amiche e carissimi amici,

condivido volentieri con voi la serata inaugurale, cui ho partecipato, svoltasi a Roma il 22 Settembre presso il Ristorante Porto Fluviale per l'evento:

"Le ROSA di ROMA e LATINA - Il progetto".
 
È stato un primo incontro per capire in profondità "il progetto" all'interno di un Gruppo  chiuso "Le ROSA di Roma" pensato, voluto e realizzato da Giulia Bezzi, con l'obiettivo di creare progetti concreti sul territorio provinciale legato a:

- sostegno/supporto della donna nel quotidiano;
- formazione trasversale;
- business territoriale.
 
Foto di Tiziana La Rocca
Iniziativa lodevole che grazie ad una collaborazione e comunicazione positiva ha il fine di aiutare e portare benessere al territorio, agevolazioni, promozioni, sconti, benefit e sicuramente opportunità di lavoro grazie ad un lavoro di squadra.
Il lavoro di squadra è importante in quanto lavorare in sinergia porta a risultati che hanno come fine la riuscita del progetto grazie all'ascolto, alla collaborazione e all'empatia.
Ritengo l'empatia ed il sorriso qualità fondamentali nella vita e in particolare nella professione di medico, qualità che personalmente per carattere e per convinzione applico sia nella mia professione che nelle relazioni familiari e sociali.
L'empatia rappresenta una qualità necessaria al rapporto medico/paziente, genitore/figli, insegnante/alunni al fine di creare un rapporto di fiducia, stima, positività ed ascolto reciproco.
Buon lavoro a tutte noi!

domenica 3 settembre 2017

eBook: IL LEGAME TRA CIBO E SALUTE

Carissime amiche e carissimi amici ......  Ben ritrovati !
Al rientro in città riprendiamo il ritmo normale con il sorriso..... nuovi progetti e nuove sfide ci attendono!
Ho il piacere di offrirvi il mio eBook per una gradevole e spensierata lettura una raccolta dei miei post più letti sul tema "Educazione Alimentare"

Ringraziamenti
Grazie a mio marito Gianfranco perché senza di lui non sarebbe stato possibile fare il Blog e quindi il mio primo eBook.
Grazie a mio figlio Alexis che desiderava sapere cosa stessi scrivendo la sera al PC ed il motivo della nascita del Blog. Grazie per aver realizzato il bellissimo logo e proposto il suo delizioso peluche come mascotte del Blog.
Entrambi con entusiasmo mi hanno appoggiato e hanno creduto alle mie idee a tal punto da aiutarmi nel mio progetto di "Informare per prevenire".
Grazie a tutti voi che avete sempre letto i miei post, a chi ha commentato, a chi mi segue sempre sui social con affetto, vi ringrazio quindi perché senza voi lettori questo primo eBook non lo avrei mai realizzato. 
Adesso tocca a voi sfogliare queste pagine tratte da alcuni dei miei post pubblicati in rete.
L'eBook é scaricabile gratuitamente cliccando qui.



eBook - Il legame tra cibo e salute

IL LEGAME TRA CIBO E SALUTE.
Come e perché il professionista può fare la differenza nell’evoluzione del percorso di Educazione Alimentare dei nostri figli.

Buona lettura

giovedì 3 agosto 2017

ESTATE PROTEGGIAMO I BAMBINI DAL CALDO

Carissime amiche e carissimi amici,
nell'augurarvi buone vacanze........ ho il piacere di condividere sul Blog l'articolo che ho scritto per il sito occhi di Bimbo nella rubrica che curo "NUTRIZIONE E PREVENZIONE"

ESTATE PROTEGGIAMO I BAMBINI DAL CALDO

Foto da: Occhi di Bimbo

La stagione calda tanto attesa è ormai arrivata, è la stagione che ci consente di vivere di più all'aria aperta ma occorre prendere le giuste precauzioni per proteggersi dal caldo.
I bambini contrariamente agli adulti sono più sensibili al caldo, la loro poco efficiente dispersione del calore e l'eccessiva sudorazione li espone a rischio di disidratazione.
Come proteggerli quindi dal caldo?
L'acqua è il rimedio naturale per la disidratazione ma la quantità da dare ai bambini deve tener conto dell'età del bambino, se neonati o comunque nella fase di allattamento tener presente che circa il 90%  del latte è composto da acqua; durante lo svezzamento si può dare loro piccole quantità di acqua; mentre per i più grandi è importante farli bere spesso.
L'abbigliamento deve essere leggero e in fibra naturale tale da favorire una buona traspirazione e nei luoghi aperti proteggerli con copricapo e creme solari.
I luoghi chiusi devono essere ben areati sfruttando le ore mattutine e serali per rinfrescarli.
Durante le ore più calde evitare l'esposizione diretta al sole privilegiando luoghi ben ombreggiati e comunque sempre con le giuste protezioni.
Ai bambini al di sotto dei sei mesi evitare l'esposizione diretta al sole, mentre per i più grandi evitare che svolgano attività fisica e/o sportive nelle ore centrali della giornata.
Altra attenzione da porre è sull'alimentazione che in questa stagione deve essere fresca, leggera, ricca di acqua e sali minerali (frutta e verdura di stagione).
Curare l'igiene nel preparare gli alimenti e conservare quelli deperibili (latte, latticini, dolci, creme, carne, pesce, cibi cotti, frutta, etc..) in frigo.
L'igiene nella preparazione e la cura nella conservazione degli alimenti è sempre molto importante ma ancor di più lo è in questa stagione perché le temperature elevate favoriscono la contaminazione degli alimenti.
Limitare i cibi grassi che servono all'organismo per produrre calore non richiesto in questa stagione.
Quindi in sintesi le attenzioni da seguire:
  1. Quando si è fuori casa portare con sé dell'acqua naturale in bottiglietta o nel biberon a seconda dell'età del bambino e offrirgliela seguendo le raccomandazioni suddette.
  2. In casa arieggiare soprattutto nelle ore mattutine e serali, evitare di uscire nelle ore centrali della giornata evitando l'esposizione diretta al sole particolarmente ai bambini di età inferiore ai sei mesi.
  3. L'alimentazione deve essere sana, variegata e appetitosa, preziosa alleata per affrontare il caldo, quindi cibi più sani come frutta e verdura di stagione, cibi semplici e leggeri, purchè ricchi di acqua e sali minerali, alimentazione calibrata sui bisogni nutrizionali dei bambini dalla prima colazione e merende al pranzo e alla cena.

giovedì 6 luglio 2017

Evento di AIDR sul Turismo digitale (GIANFRANCO OSSINO)

 Nella pagina Ambiente e Energia il post:
 "Evento di AIDR sul Turismo digitale"
di Gianfranco Ossino

Ieri pomeriggio, io e Tiziana, abbiamo partecipato ad un interessante evento "Turismo digitale: Un motore per la crescita del Paese", organizzato da AIDR (Associazione Italian Digital Revolution http://www.aidr.it/).
Foto di Gianfranco Ossino
L'interessante e piacevole evento si è svolto in una location più che appropriata, una sala della sede Associazione CIVITA sita a Piazza Venezia, dalla terrazza attigua alla sala si gode di una vista sui fori imperiali e monumenti limitrofi che enfatizza lo slogan veritiero: l'Italia è un museo a cielo aperto. 
La serata è ben riuscita sia per gli interventi che per l'impeccabile organizzazione e la gradevole ospitalità del Presidente Mauro Nicastri.
Gli interventi dei relatori mi hanno trovato in pieno accordo e rafforzato le mie idee a riguardo. 
La ns. ITALIA é un coacervo di bellezze naturali e culturali, risorse necessarie ma non sufficienti per giocare un ruolo esclusivo nel turismo internazionale.
La natura ci ha pregiati di un territorio eterogeneo, ricco di bellezze e di un clima ottimale.
Territorio che nei secoli è sempre stato luogo di dominazioni e meta ambita di viaggi.
E come tale conserva i segni di questi passaggi riscontrabili nelle opere, nei monumenti, nelle abitudini, nei costumi, nei dialetti, nella gastronomia, etc…
Ma nello stesso tempo questo ns. territorio ha lasciato segni a chi lo ha attraversato.
La miscellanea di questo lento e lungo processo osmotico costituisce la materia prima della nostra Industria Cultura unica nel suo genere e non replicabile in altri luoghi.
Quindi perché queste risorse siano oltre che necessarie anche sufficienti per un turismo esclusivo occorre definire un modello di sviluppo sostenibile mediante un approccio organico e strategico.
La tecnologia digitale, abbinata ad un intervento sistematico, rappresenta un valido strumento per realizzare un modello di sviluppo del turismo che sia efficace nelle sue diverse fasi/attività.

La tecnologia digitale si rivela un ottimo strumento MKTG per promuovere il patrimonio culturale dell'Italia e per valorizzare l'offerta in termini di:
  • Varietà
  • Tempestività
  • Pervasività
La sfida  é superare il gap inaccettabile che ci vede molto indietro rispetto ad altri paesi europei quali ad esempio la Francia e la Germania.
Sfida che possiamo benissimo superare grazie al nostro patrimonio culturale e ambientale e alla volontà di ricorrere in modo più incisivo e sistematico alla tecnologia digitale.

Gianfranco Ossino

domenica 18 giugno 2017

A MIO PADRE

Questa settimana nella Pagina Psiche e Corpo la poesia proposta da Danila Scuderi è la poesia di Alberto Bevilacqua "A mio Padre".
La poesia di Alberto Bevilacqua ci fa riflettere sul senso della vita..... ci porta a ricordi lontani ...
che ci lasciano una dolce nota di malinconia! 
A mio Padre, con Amore.
Danila Scuderi  


A mio Padre
Tu, mio vuoto giardino
dove ora siedo
nella panca che ti era compagna
e stai
in una schiarita di cielo
come la solitaria mela
nel melo inaridito
pronta a cadermi sul cuore,
a rivelarmi
"la legge dell'altro lato della vita".


Alberto Bevilacqua